Sciopero in carcere

 

La protesta dell'Associazione Papillon

Celle sovraffollate: sciopero in carcere

 

Il Mattino, 14 ottobre 2003

 

InteresserÓ  anche il penitenziario di Santa Maria Capua Vetere la protesta pacifica che daranno vita i detenuti di tutta Italia dal 20 al 25 ottobre prossimo per contro il sovraffollamento, la malasanitÓ  e la scarsa e discriminatoria applicazione della legge Gozzini che prevede benefici e sconti pena (sconto di 45 giorni ogni sei mesi di detenzione) per tutti i reclusi che osservano un contegno civile e corretto, durante la loro permanenza negli istituti di pena.

A conclusione della protesta, il 25 ottobre, davanti al ministero di Giustizia si svolger un sit in di familiari dei detenuti e di quanti non vogliono restare in silenzio davanti alla drammatica situazione delle carceri italiane. L'iniziativa dell'associazione Papillon Rebibbia Onlus che, nei giorni scorsi (presenti anche parlamentari), ha proposto una conferenza nazionale organizzata dalle commissioni Giustizia di Camera e Senato che verifichi gli ostacoli che impediscono un'applicazione integrale ed uniforme della legge Gozzini su tutto il territorio nazionale.

I responsabili dell'associazione, insomma, vogliono tornare a ragionare su quella piattaforma che alla base della loro battaglia di civiltÓ . Tra le richieste, anche una proposta di legge nazionale che permetta, senza ulteriori aggravi per le casse pubbliche, di aumentare le possibilitÓ  occupazionali per detenuti ed ex detenuti.

 

 

Precedente Home Su Successiva