Conferenza stampa

 

"Carceri: Regina Coeli, Ascoli e Secondigliano come Sassari?" 

Conferenza Stampa

Martedý 17 ottobre 2000 - Ore 12.00

Sala Stampa della Camera dei Deputati

Via della Missione 4 - Roma

 

LUIGI MANCONI, senatore dei Verdi

GIUSEPPINA CIUFFREDA, giornalista 

DON VINICIO ALBANESI, presidente della ComunitÓ di Capodarco;

STEFANO ANASTASIA, presidente di "Antigone";

GRAZIA VOLO, avvocato

 

28 ottobre 1999, Marco Ciuffreda viene arrestato e tradotto nel carcere di Regina Coeli, a Roma; il 30 ottobre, ottiene gli arresti domiciliari, ma viene illegalmente trattenuto per oltre 52 ore. Muore alle 15.45 del 2 novembre presso l'Ospedale Spallanzani.

26 settembre 2000, l'inchiesta sulla responsabilitÓ dell'amministrazione penitenziaria viene archiviata.

15 ottobre 2000, Luigi Manconi presenta una nuova denuncia.

25 agosto 2000, nel carcere Don Soria, ad Alessandria, alcuni agenti di polizia penitenziaria malmenano un detenuto, secondo la denuncia, firmata con nomi e cognomi, dell'interessato e di un vicino di cella.

28 settembre 2000, un detenuto del carcere di Marino Del Tronto, probabilmente in seguito ai maltrattamenti di alcune guardie, muore in ospedale dopo il ricovero d'urgenza.

8 ottobre 2000, alcuni detenuti del G8 di Rebibbia denunciano le violenze di alcuni agenti della polizia penitenziaria nei confronti di un detenuto sieropositivo .

10 ottobre 2000: due suicidi nello stesso giorno a Secondigliano e a Teramo e un decesso nel carcere di Alessandria, sul quale sta indagando la magistratura.

 

La mancata approvazione delle misure di clemenza produce frustrazione e angoscia nei detenuti e, probabilmente, volontÓ di rivalsa in una parte (piccola, ma potente) dell'amministrazione penitenziaria.

 

Partecipano:

 

LUIGI MANCONI, senatore dei Verdi

GIUSEPPINA CIUFFREDA, giornalista 

DON VINICIO ALBANESI, presidente della ComunitÓ di Capodarco;

STEFANO ANASTASIA, presidente di "Antigone";

GRAZIA VOLO, avvocato

 

Precedente Home Su Successiva